I campi energetici del corpo o Chakras

Tutto ciò che esiste è emanazione dall’eterno scorrere dell’Energia Vitale.

L’Uomo stesso è una vibrazione energetica che per il suo benessere psicofisico ha la necessità di “risuonare” in armonia col Cosmo.

In fisica è ormai noto da tempo che nell’Universo tutto è energia e che ogni cosa oltre alla parte materiale visibile, possiede un proprio campo energetico, o elettromagnetico o bioplasmatico, comunemente denominato Aura.

Anche il nostro corpo fisico è circondato da un’Aura ed oggi esistono anche apparecchiature in grado di fotografarla.

Fino ad oggi è possibile affermare che l’Aura umana è formata da almeno 7 strati, ognuno dei quali ha un proprio nome, un proprio colore ed è relazionato con un particolare campo energetico o Chakra.

Secondo la tradizione Indiana ci sono almeno 144 Chakras sul nostro corpo, ma i più importanti sono 7, disposti sulla linea mediana del corpo, la colonna vertebrale e controllano tutte le ghiandole, le funzioni, gli organi del nostro corpo.

I Chakras sono dei veri e propri centri di smistamento, dei punti d’entrata e uscita dell’Energia Universale e se fisiologicamente ogni Chakra è relazionato fisiologicamente a particolari organi fisici e ghiandole, sul piano psicologico corrisponde alle aree emotive più importanti della nostra esistenza.

Ogni Chakra ha infatti una sua zona di competenza, fisica, mentale ed emozionale.

Quando il Chakra è armonico, e l’energia vi scorre ininterrottamente, noi stiamo bene, in caso di disequilibrio del Chakra il nostro corpo fisico e spirituale ne soffre.

Quando sopravvengono malattie, blocchi o malesseri psicosomatici, significa infatti che a livello energetico si è creata una situazione di squilibrio, cioè che il flusso energetico non è più regolare e che nei Chakras si sono verificate situazioni di carenza o di eccesso di energia.

Il Chakra può essere aperto, e quindi l’energia vi scorre liberamente, o bloccato e questo crea lo squilibrio nei livelli in cui l’uomo si compone: fisico, mentale, spirituale.

La parola “Chakra” deriva dal Sanscrito e significa ruota, vortice.

Possiamo immaginarli come dei vortici di energia di proprio livello vibratorio, le cui funzioni sono quelle di assorbire Energia Universale, alimentare le Aure e rilasciare energia all’esterno.

Ai Chakras, inoltre, sono attribuite numerose corrispondenze, ad esempio colori, profumi, note, cibi, pianeti, cristalli ecc..

Oggi abbiamo a disposizione numerose tecniche con le quali è possibile intervenire per rilanciare i Chakras e fortificare il nostro campo energetico: Agopuntura, Shiatsu, Yoga, Reiki, Cristalloterapia, Cromoterapia, Aromaterapia...

Rilanciare i Chakras significa armonizzare l’Uomo e l’ambiente che lo ospita, il microcosmo e il cosmo.

Nella filosofia orientale l’apertura di tutti i Chakras corrisponde al Nirvana, l’illuminazione, lo stato di perfetto equilibrio tra il corpo e la mente.

 

|

 

Ricordiamo che le informazioni fornite sono ad esclusivo scopo informativo e non sostituiscono il medico a cui bisogna rivolgersi per i problemi relativi alla salute.

L'uso degli oli essenziali e di qualsiasi sostanza naturale pu˛ integrare le cure del medico ma non le sostituiscono.

Fare auto-diagnosi e auto-cura pu˛ causare gravi rischi per la salute, ogni sintomo va immediatamente segnalato al medico.