Stabilimenti Termali in Islanda (2)

L'Islanda, la diciottesima isola per estensione nel mondo e la seconda europea, dopo la Gran Bretagna e prima dell'Irlanda, si trova nell'Oceano Atlantico, a nord-est della Scozia, a ovest della Norvegia e a sud-est della Groenlandia.

Gran parte della popolarità dell'Islanda è dovuta alle sue bellezze naturali: ghiacciai, sorgenti termali, geyser, vulcani attivi, picchi innevati e vasti deserti di lava.

Il fascino del paese è parzialmente compromesso dal fatto che i prezzi siano i più alti d'Europa.

L'isola principale, che si estende per 500 km da est a ovest e per 300 km da nord a sud, è caratterizzata da altipiani desertici, delta sabbiosi, vulcani, distese di lava e ghiacciai risalenti all'epoca glaciale.

Oltre metà del paese si trova a più di 400 metri di quota, e la vetta più alta, l'Hvannadalshnúkur, raggiunge i 2.119 metri.

Solo il 21% delle terre, tutte vicine alla costa, sono considerate coltivabili e abitabili.

La maggior parte della popolazione islandese e della produzione agricola si concentra nel sud-est, tra Reykjavík e Vík.

Le coste meridionali e occidentali hanno temperature invernali relativamente miti grazie alla calda Corrente del Golfo, che causa però, d'altro canto, intense piogge.

Luglio e agosto sono i mesi più caldi e, in generale, le probabilità di trovare bel tempo aumentano muovendosi verso nord o verso est.

Le zone più soleggiate sono quelle nei dintorni di Akureyri e del lago My´vatn nel centro-nord, mentre le temperature più miti si hanno nei dintorni di Egilssta¯oir a est, anche se entrambe queste località sono spazzate da uno sgradevole vento gelato.

Pur avendo il cielo più limpido rispetto alle zone costiere, i deserti dell'interno hanno altri problemi, come bufere e forti venti che sollevano polvere e sabbia.

Le principali città sono la capitale Reykjavík, Keflavik (dove si trova l'aeroporto) e Akureyri.

L'isola di Grímsey situata sul circolo polare artico è la localitá abitata più settentrionale d'Islanda.

I centri termali sfruttano naturalmente l'enorme quantità di sorgenti geotermiche del territorio, offrono una grande vasca esterna con acqua tiepida in cui spesso sono delimitate corsie per il nuoto, una piscina più piccola per i bambini e altre vasche con acqua che varia dai 38 ai 40 gradi centigradi in cui funziona l'idromassaggio.

In tutte le piscine islandesi, è importante rispettare i riti che precedono l'ingresso.

Le calzature vanno lasciate sugli appositi scaffali nell'atrio, mentre negli spogliatoi è necessario, come spiega a parole e disegni un enorme cartello, effettuare un'attenta pulizia del proprio corpo sotto la doccia prima di accedere alle vasche.

Anche i capelli vanno lavati con shampoo.

Tutto questo rigore è per assicurare ai fruitori delle piscine comuni un'acqua pulita e senza possibili contaminazioni.

 

|
  • Blue Lagoon Geothermal Spa - Grindavík

  • NLFI Rehabilitation and Health Clinic - Hveragerdi

Islanda