Stabilimenti Termali a Hamat Gader

Hamat Gader è situata nella valle del fiume Yarmuk, vicino al Mar di Galilea, vicino alla frontiera con la Siria e la Giordania.

Il nome significa "sorgenti calde di Gadara", riferendosi alle numerose sorgenti minerali che sgorgano ad una temperatura fino a 50 gradi centigradi.

Gadara, moderna Umm Qais in Giordania, è a 4 chilometri di distanza.

Hamat Gader era già ampiamente noto come un centro ricreativo in epoca romana e nel II secolo iniziò la costruzione del complesso termale.

Due distinte epoche di costruzione sono evidenti sul sito archeologico: la romano-bizantina, durante la quale è stata costruita la maggior parte del complesso termale, e il periodo musulmano, durante il quale sono state apportate importanti modifiche alle strutture esistenti.

Alcuni degli edifici sono stati danneggiati da un terremoto nel VII secolo e restaurati dal califfo Omayyadi che regnava a Damasco.

Alla fine, nel IX secolo, i bagni sono stati abbandonati e uno spesso strato di limo ha ricoperto le rovine.

Il sito comprende anche un teatro romano del III secolo che poteva contenere fino a 2.000 posti a sedere.

Una grande sinagoga fu costruita nel quinto secolo.

Dopo il 1948 la guerra arabo-israeliana del 1948 la località è rimasta legalmente in Israele, ma è stata occupata dalle forze siriane.

Agli israeliani fu impedito di entrare nella zona dai bombardamenti e dal fuoco di postazioni militari siriane sulle alture del Golan che dominano il sito.

Il 4 aprile 1951, dei soldati israeliani assieme alla polizia di frontiera di Hamat Gader, al fine di far rispettare la sovranità di Israele, entrarono nella locaità.

Dei 22 soldati e poliziotti, sette sono stati uccisi, tre sono rimasti feriti e uno è stato fatto prigioniero.

La scaramuccia è diventata nota come "Incidente di El-Hamma".

Il controllo israeliano su Hamat Gader fu garantito durante la Guerra dei Sei Giorni nel 1967, quando l'esercito israeliano occupò le circostanti alture del Golan, consentendo il libero accesso al Hamat Gader per gli israeliani.

Da allora, è stato sotto la sovranità israeliana e si è sviluppato come località turistica e stazione climatica.

La stazione termale è stata inaugurata nel 1977.

Le acque, che sgorgano da 5 sorgenti termo-minerali ad una temperatura compresa tra i 25 e i  52 gradi centigradi, accelerano il metabolismo, rigenerano la pelle, alleviano i disturbi legati alle vie urinarie e all'apparato digestivo.

In un parco attrezzato con aree per pic-nic, un ristorante, un parco giochi per bambini e resti archeologici l'attrazione principale sono le piscine con acqua a diverse temperature.

La piscina coperta ha l'acqua alla temperatura di 42 gradi centigradi che sgorga da una sorgente leggermente radioattiva, particolarmente consigliata per i dolori reumatici.

Hamat Gader è uno dei luoghi di ricreazione e di cura più frequentati di Israele, e accanto ai bagni vi sono negozi, prati ombreggiati, lettini e poltrone, idromassaggi e getti d'acqua.

Vicino Hamat Gader esiste un allevamento con la più grande varietà di specie di coccodrillo al mondo.

Nei pressi dei bagni si trova l'Hotel Spa Village (www.spavillage.co.il) dove è possibile soggiornare.

 

|
  • Parco

  • Allevamento di coccodrilli

  • Bagni Romani

  • Piscina

Central Bath Complex Hamat Gader