Alberghi con la sauna in Isola di Man (2)

L'Isola di Man (insula Mona in latino), conosciuta anche come Mann (Isle of Man in inglese, Ellan Vannin o Mannin in mannese), è un’isola situata nel Mar d'Irlanda.

Sul piano politico, essa non fa parte del Regno Unito né dell'Unione europea, ma è una dipendenza della Corona britannica.

Dopo una serie di sovrani britannici, l’isola fu invasa dai sassoni e fu poi un avamposto vichingo.

Nel 1079 fu colonizzata dai norvegesi e annessa al regno di Norvegia ad opera di Godred Crovan.

Divenne poi un dominio scozzese nel 1266 e poi, nel XIII secolo, cadde in mano a Edoardo I d'Inghilterra.

Nel 1765 passò sotto il controllo della monarchia inglese.

Lo Snaefell, che raggiunge i 621 metri di altitudine, è il monte più alto dell'Isola di Man.

Un vecchio detto afferma che nelle giornate particolarmente limpide dalla sua cima si possono vedere sei paesi: Inghilterra, Scozia, Galles, Irlanda, l'intera Isola di Man e il Paradiso.

La cima è raggiungibile con la ferrovia Snaefell Mountain Railway, il percorso è di circa quattro miglia (6,4 km), che parte da Laxey.

L'interno e la costa sono molto simili all'Irlanda occidentale, con zone pietrose disseminate di erica e scogliere suggestive, anche se relativamente basse.

Attualmente si sta riscoprendo la lingua mannese, molto simile al gaelico scozzese e all'irlandese.

L'ultima persona ad averla parlata come lingua madre, Ned Maddrell, è morta nel 1974.

L'isola, alla luce del particolare status giuridico, ha un proprio inno.

 

|
  • Peel

  • Douglas

  • Castletown

  • Snaefell Mountain Railway

Isola di Man