SAUNAMECUM

consiglia

l'olio essenziale di

Nuova pagina 2

Santoreggia

COME SI PREPARANO GLI OLI ESSENZIALI

Per estrarre gli oli essenziali dai rispettivi vegetali vengono usati diversi metodi.

I metodi di estrazione degli oli essenziali naturali più usati e consentiti dalla legge, per scopo terapeutico, sono: la distillazione in corrente di vapore (d'acqua) e la spremitura.

Gli oli agrumari limone, arancio, bergamotto, mandarino.... data la particolare struttura della buccia, vengono ottenuti per pressione: la spremitura del pericarpo dei frutti.

La maggior parte degli oli, però, viene estratta per distillazione in corrente di vapore: il materiale vegetale viene permeato dal vapore, i tessuti vegetali si rompono rilasciando l'olio essenziale, il vapore trascina l'olio essenziale, insieme vengono raffreddati in uno scambiatore e quindi facilmente separati.

La distillazione in corrente di vapore è forse, infatti, il miglior metodo per ottenere un olio essenziale totale e di altissima qualità: la parte della pianta da distillare cede al vapore le sue sostanze odorose e volatili.

Le erbe vengono poste sopra una fonte di vapore, il quale le permea ed estrae le sostanze aromatiche, portandole con sé.

Una volta uscito dall'alambicco, il vapore viene condensato tramite raffreddamento e cade in un contenitore, dove si separano l'acqua e l'olio essenziale per il differente peso specifico.

Dopo la refrigerazione, ritroviamo le sostanze che la pianta ha ceduto all'acqua distillata in due forme: oli essenziali insolubili in acqua - gli oli essenziali totali - ed oli essenziali idrosolubili - acqua distillata profumata chiamata anche Coobato.

Il Coobato è molto usato, per uso esterno come tonificante della pelle, o nella cosmesi e nella profumeria non alcolica - essa possiede tutte le caratteristiche terapeutiche e di profumazione dell'olio essenziale insolubile oltre ad un prezzo molto basso.

E’ bene distillare le piante man mano che vengono raccolte onde evitare alterazioni dovute a processi di fermentazione e ossidazione.

Gli oli essenziali sono molto concentrati. Per fare qualche esempio:

per 1 ml di olio essenziale di lavanda occorrono circa 140 g di fiori

per 1 ml di olio essenziale di pino silvestre occorrono circa 300 g di rami

per 1 ml di olio essenziale di camomilla blu occorrono circa 2 kg di fiori

per 1 ml di olio essenziale di melissa occorrono circa 25 kg di foglie

per 1 goccia di olio essenziale di rosa occorrono almeno 30 rose

 

Risposte ad alcune domande

Approfondimenti

|

Ricordiamo che le informazioni fornite sono ad esclusivo scopo informativo e non sostituiscono il medico a cui bisogna rivolgersi per i problemi relativi alla salute.

L'uso degli oli essenziali e di qualsiasi sostanza naturale può integrare le cure del medico ma non le sostituiscono.

Fare auto-diagnosi e auto-cura può causare gravi rischi per la salute, ogni sintomo va immediatamente segnalato al medico.

Aromaterapia

Giovanni Scrizzi

Enzo Santese

Guida pratica all'aromaterapia sottile IN SAUNA per l'armonia e l'equilibrio psicofisico

 

 

 

ISBN 978-88-95941-26-4

251 pagine

Prezzo: 26 Euro

Edizioni Antony - Trieste