Olio Essenziale di Camomilla

Pianta erbacea annuale fortemente aromatica, alta fino a 60 cm, con stelo glabro, eretto, ramificato.

Ha delicate foglie pennate e fiori bianchi simili alle margherite.

La camomilla è conosciuta sicuramente da più di 4.000 anni e possiede proprietà note sin dall'antichità: per esempio il camazulene dalle proprietà antinfiammatorie e cicatrizzanti.

Il suo olio essenziale era già usato dai medici arabi per curare le nevralgie e le malattie reumatiche.

Viene anche coltivata e l'Italia é il maggiore produttore di olio essenziale.

Il nome camomilla deriva dalla parola greca kamaimelon che significa mela di terra: il suo odore, sempre presente nei campi nei periodi estivi, assomiglia a quello delle mele.

La diffusione della camomilla è notevole, è presente in tutto il bacino mediterraneo, grazie anche al fatto che ne esistono molte specie.

Le più note sono la Matricaria e la camomilla romana (anthenis nobilis).

L'olio essenziale era già usato dai medici arabi per curare le nevralgie e le malattie reumatiche.

L'essenza di camomilla da beneficio per le irregolarità e le difficoltà mestruali, nelle vaginiti, nei pruriti genitali, nei disturbi dati dalla menopausa.

Cura l'irritabilità, le convulsioni, la febbre troppo alta, le coliche e il mal di orecchio ai bambini.

Aiuta le pelli delicate nei momenti di infiammazione e rossore.

Trova impiego in unguenti farmaceutici antisettici e in preparazioni carminative, antispasmodiche e toniche.

E' largamente usata per cosmetici, saponi, detergenti, profumi pregiati e prodotti per i capelli e per il bagno.

Usi terapeutici

Ansia

Assunzione orale: assumere 2 gocce di essenza di camomilla e 2 di arancio, 2 volte al giorno o all'occorrenza.
Inalazioni a secco: versare su un fazzoletto 2 gocce di essenza di camomilla e 1 di melissa. Annusare ripetutamente.

Insonnia

Assunzione orale: assumere 1 goccia di essenza di camomilla e 2 di arancio o salvia sclarea.
Inalazioni a secco: prima di coricarsi versare sul cuscino 1 goccia di essenza di camomilla e 2 di salvia sclarea o melissa.

Scottature

Applicazioni locali: applicare 1 goccia di essenza di camomilla e 2 di lavanda direttamente sulla zona colpita.
In caso di scottatura pi¨ estesa, raddoppiare le dosi o diluirle in olio di calendula.

Vaginite

Irrigazioni locali: praticare le irrigazioni con 5 gocce di essenza di camomilla e 5 di bergamotto miscelate a 1 cucchiaio di base idrosolubile (sale marino o bicarbonato di sodio).
Eseguire il trattamento 2 volte al giorno.

nonostante l'olio essenziale di camomilla sia quasi privo di tossicitÓ alle dosi consigliate, come tutti gli olii essenziali Ŕ comunque da evitare in gravidanza.
Sconsigliato l'uso ai soggetti sofferenti di diarrea.

 

Matricaria Chamomilla

  • Famiglia: composite

  • Altri nomi: camomilla blu, camomilla comune, camomilla tedesca

  • Parti usate: fiori

  • Metodo d'estrazione: distillazione a vapore

  • Momento balsamico: aprile

  • Nota: cuore - centro

  • Carattere: Yin

 

Ricordiamo che le informazioni fornite sono ad esclusivo scopo informativo e non sostituiscono il medico a cui bisogna rivolgersi per i problemi relativi alla salute.

L'uso degli oli essenziali e di qualsiasi sostanza naturale pu˛ integrare le cure del medico ma non le sostituiscono.

Fare auto-diagnosi e auto-cura pu˛ causare gravi rischi per la salute, ogni sintomo va immediatamente segnalato al medico.